Home Aziende Alibaba per i...

Alibaba per il 2036 punta a 2 miliardi di clienti con caffè, vino, latte e olio

alibaba

MILANO – Sono trascorsi velocemente i primi vent’anni di quella che oggi è la piattaforma più importante di ecommerce in Cina, Alibaba. Frutto dell’avventura intrapresa dall’imprenditore Jack Ma assieme ad altri 18 pionieri, che nel Singles Day 2018, il 18 novembre, ha totalizzato ben 27 miliardi di euro di vendite. Battendo Amazon durante il suo Black Friday. Vediamo l’evoluzione futura di questa impresa, che guarda verso l’Italia e punta sui prodotti alimentari tra cui spicca anche il caffè. Riportiamo i dettagli dal sito businesspeople.it.

Alibaba spegne 20 candeline

Negli anni, il business di Alibaba si è allargato, e all’e-commerce si sono aggiunti i supermercati Freshippo (ex Hema), Youku sul fronte video; la piattaforma di pagamenti digitali Alipay, i servizi cloud e marketing, il sistema di logistica Cainiao; la partecipata Dixi Chuxing nei trasporti in auto, Weibo per il microblogging.

Una crescita inarrestabile e destinata a continuare. Jack Ma, che a settembre lascerà la presidenza all’attuale amministratore delegato, Daniel Zhang, ha già stabilito, infatti, il futuro traguardo: entro il 2036 Alibaba dovrà raggiungere i due miliardi di clienti al mondo, uno in Cina (a dicembre erano già 636 milioni) e uno nel resto del mondo. In che modo? Puntando sull’alimentare e, in particolare, su quattro prodotti: vino, latte, olio e caffè.

Anche design e mercato all’ingrosso nel mirino di Alibaba

L’apertura di Alibaba all’alimentare, ovviamente, interessa molto all’Italia.

Secondo Cipriani Foresio, direttore generale di Alibaba in Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, occorre “creare un marchio italiano, senza pretendere che il consumatore riconosca le regioni, svecchiare la catena di vendita e trovare soluzioni per attirare un consumatore giovane, per esempio una bottiglia colorata” .

Oltre che sul food, Alibaba vuole puntare sul design, altro settore simbolo del made in Italy, ma più complesso da esportare per la gestione logistica e il montaggio, e sul mercato all’ingrosso.