Home Notizie Interviste Alessandro Ga...

Alessandro Galtieri: dopo il podio ai Mondiali, un’agenda densa di impegni

Alessandro Galtieri con il trofeo vinto a Boston

MILANO – Sono passati pochi giorni dall’entusiasmante 3° posto nel mondiale Brewers di Alessandro Galtieri a Boston, e già l’agenda del Campione Italiano è densa di impegni. Sarà infatti uno dei protagonisti di alcuni attesi eventi internazionali che si svolgeranno proprio sulla scena italiana, decretando quanto il panorama italiano sia di assoluto interesse per tutta la coffee community internazionale.

E di quanto il nostro paese sia in ascesa nel panorama Specialty Mondiale.

Sentiamo dalla voce dello stesso Galtieri quali saranno questi eventi e quale sarà il suo ruolo, oltre ad alcuni programmi per l’immediato futuro.

Co.Lab. Milano 7-9 maggio

Sono stato invitato dalla organizzazione Barista Guild, a replicare la mia gara mondiale durante questo prestigioso appuntamento, quale rappresentante di una eccellenza italiana in grande crescita.

Mi riferisco ai baristi del mondo delle competizioni, con i quali, oramai da anni, la nostra nazione sta ottenendo dei grandissimi risultati, e una sempre maggiore rappresentatività internazionale.

Sono entusiasta di essere presente al Co.Lab perché trovo che sia un appuntamento da non perdere per tutti i baristi e tutti i professionisti della scena italiana che desiderano rimanere in contatto con i protagonisti, i temi e gli obiettivi del mondo Specialty. E che desiderano ampliare i propri orizzonti.

L’ascolto e il confronto con grandi esperti e con personaggi di riferimento protagonisti di speech, è sempre un motivo di crescita e di arricchimento.

In questa edizione italiana Co.Lab sarà completamente tradotto nella nostra lingua e quindi accessibile a tutti coloro che vorranno partecipare e interagire.

Per maggiori dettagli consultate il programma a questo link.

Galtieri in azione durante le finali di Boston

Coffee Technician Guild Summit, Binasco 14-16 maggio

Altro appuntamento di assoluto riferimento è quello del Technicians Guild Summit che si svolgerà presso il Mumaca Binasco. Vi saranno tanti interventi di grande interesse a cura di grandi professionisti.

Il mio avrà per obbiettivo quello di mettere in contatto i tecnici con il risultato in tazza dell’espresso estratto, aspetto generalmente ad appannaggio del barista. Ma che credo non possa più essere ignorato neanche dai tecnici.

I tecnici di macchine ad elevata tecnologia si trovano infatti a interagire con baristi evoluti. E a dover tarare attrezzature di grande valore tecnologico e di grandi prestazioni, che hanno una profonda influenza sulla tazzina finale.

Trovo indispensabile che questi professionisti abbiano una cognizione completa dell’effetto dell’utilizzo di macchine per espresso sulla qualità in tazza, e che possono essere di supporto al barista per il migliore risultato, attraverso la messa a punto tecnica delle attrezzature.

Credo inoltre che anche le aziende costruttrici possono trarre beneficio dal fare partecipare presso i propri tecnici ad un incontro come questo, e a metterli a confronto con altri professionisti in maniera positiva e costruttiva, oltre che con altre tecnologie e altre modalità. Potrebbero scaturire stimoli e Feedback molto preziosi.

Anche qui avremo workshop sia in lingua inglese che in lingua italiana: uno sforzo dell’organizzazione davvero molto apprezzabile. E che apre a tutti le porte di questo importante appuntamento che, tra l’altro, si svolge nel più grande e prestigioso Museo della Macchina Espresso, dove sarà presente il grande Enrico Maltoni.

Maggiori dettagli e iscrizioni a questo link.

La locandina del Ctg Summit

Ma quali sono i programmi di Galtieri per l’immediato futuro?

La mia vocazione resta l’insegnamento, sono Trainer Sca, ed è una attività che amo moltissimo e ho già in programma una serie di corsi

Il 30 Aprile sarò a Verona, alla Coffee Training Academy, per un corso chiamato Fine Tuning, un modulo di insegnamento che ho messo a punto per i Baristi di livello avanzato.

Si tratta di un approfondimento che riguarda la regolazione fine dell’espresso per valorizzare al massimo le caratteristiche di ogni caffè.

Parleremo dei punti cruciali del processo che porta alla tazzina di caffè, dove entrano in gioco numerose variabili, leggi fisiche – date dalle potenti energie sviluppate dalle macchine espresso. Ma anche dalla diversa solubilità dei componenti del chicco di caffè in base alla forma del particolato e alla origine del caffè stesso.

Alessandro Galtieri con Enrico Maltoni

Il barista deve sapere sempre governare al massimo queste variabili. E avere la capacità di valorizzare il prodotto che tratta, nell’intento di offrire una tazzina eccellente, ricca di aromi e sapori.

Una vera esperienza sensoriale.

Questa prima data è sold out, ma sono previste altre date.

Per info su prossime date: segreteria@coffeetrainingacademy.com