Home Notizie Agcm ribadisc...

Agcm ribadisce per i bar divieti di sovrapprezzi per le carte di debito o credito

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato riafferma un principio fondamentale

ROMA – L’Agcm (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ribadisce il principio secondo cui è vietato applicare ai consumatori un sovrapprezzo per l’uso di specifici strumenti di pagamento, secondo quanto stabilito dall’art. 62 del Codice del Consumo e dalla Direttiva (UE) 2015/2366 relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno, recepita dal D.Lgs n. 218/2017.

Così la Fipe – Federazione italiana pubblici esercizi – in una nota diramata lunedì, 10 dicembre.

In altri termini – si legge nella nota – gli esercenti commerciali non possono applicare alcun supplemento di prezzo nei casi in cui il cliente/consumatore per effettuare il pagamento utilizzi carte di credito/debito o altri strumenti di pagamento diversi dal denaro contante.

ANCAP
Water + more

L’Autorità ricorda, altresì, che la violazione del predetto divieto può comportare l’irrogazione di una sanzione ex art. 27 Codice del Consumo.

Ecco dunque il link con la Comunicazione dell’Agcm.